Accesso a Internet

Il servizio di accesso a Internet è gratuito e riservato a tutti gli utenti della biblioteca per le ricerche bibliografiche e la consultazione del catalogo.

COME ACCEDERE AL SERVIZIO

 

In biblioteca

 

  • La biblioteca è coperta dalla rete Wi-Fi dell'Università di Torino. Gli utenti possono accedere con il proprio computer portatile e connettersi a Internet, identificandosi secondo le modalità stabilite dall'Università di Torino (ulteriori indicazioni al link: Il Wifi dell'Università).

  • In biblioteca sono disponibili dei computer collegati a Internet per l'uso degli utenti.

 

Dall'esterno

 

  • Per consultare le risorse online del Sistema Bibliotecario di Ateneo da casa o da qualunque connessione Internet esterna alla rete di Ateneo è necessario configurare il servizio proxy sul proprio browser, inserendo le credenziali (username e password) utilizzate per il servizio di posta elettronica dell'Università di Torino.

 

REGOLE DI UTILIZZO
  • L'accesso a Internet dai computer della biblioteca è consentito solo per attività legate a corsi, tesi di laurea, ricerche.
  • Le connessioni effettuate dai computer della rete universitaria sono monitorati e documentati a norma di legge in appostiti file di registro: impieghi non consoni all'attività didattica comporteranno l'immediata disconnessione del calcolatore dai servizi di rete.
  • E' vietata l'installazione di qualsiasi tipo di programma senza autorizzazione.
  • I documenti salvati al di fuori di aree autorizzate potranno essere oggetto di cancellazioni senza preavviso in qualsiasi momento.
  • L'utente è responsabile dal punto di vista civile e penale per la violazione di accessi protetti, copyright e licenze d'uso. In particolare, l'utente si impegna a non violare le norme previste dai contratti stipulati dall'Ateneo e dalla biblioteca per l'accesso a periodici e pacchetti editoriali online, secondo le Norme d'uso delle risorse elettroniche dell'Università di Torino.
  • Non sono posti limiti temporali all'utilizzo del computer, salvo nel caso in cui sopraggiungano richieste contemporanee di più utenti: in questo caso, i bibliotecari si riservano la regolamentazione degli accessi in modo che a tutti sia garantita la possibilità di usufruire del servizio